skip to Main Content

Protezione nanotecnologica cerchi in lega: metodo, costi e benefici

I cerchi cambiano l’aspetto di un’auto in modo evidente. Prendersene cura non è difficile e non richiede molto tempo, una volta che si seguono poche semplici linee guida. Anche l’ostinata polvere dei freni (tipicamente nera) può essere a volte difficile da rimuovere, ma usando i giusti prodotti solitamente i cerchi possono tornare come nuovi e rimanere belli nel tempo.

In estrema sintesi quali sono i passi necessari?

E’ sufficiente pulirli rimuovendo le impurità, lucidarli, e infine proteggerli per rendere il loro mantenimento più semplice con passare del tempo. Senza però aver pulito a fondo i cerchi sarà impossibile che l’applicazione dei prodotti per la protezione diano un buon risultato duraturo nel tempo.

Vediamo tutti i passaggi fino ad arrivare alla protezione nanotecnologica cerchi.

 

Come pulire i cerchi in lega

Strumenti. A seconda del tipo di cerchio della vostra auto potreste avere bisogno di un assortimento di spazzole, pennelli e spugne di diverse dimensioni. Oggi molti di questi utensili sono disponibili in microfibra: è il migliore materiale per la pulizia dei vostri cerchi. In ogni caso non scegliete mai spugne in lana d’acciaio, perché potrebbero graffiare la superficie del cerchio rovinandola. Di seguito alcuni prodotti per il fai da te ed i relativi costi:

Prelavaggio. Procedi risciacquando i cerchi in lega per eliminare i residui di polvere e usura delle pastiglie dei freni. Lo strumento migliore è sicuramente l’idropulitrice che permette di utilizzare un getto omogeneo e potente di acqua. Rimuovere i residui è importante per evitare che, in breve tempo, la polvere annerisca i cerchi. Il prelavaggio va esteso anche agli pneumatici. Non vanno dimenticati o si rischia un risultato imperfetto da un punto di vista estetico che potrebbe anche compromettere i passaggi successivi.

Lavaggio. Dopo il prelavaggio di cerchi e gomme è arrivato il momento di procedere con il lavaggio vero e proprio, utilizzando un detergente specifico, a ph neutro, per la pulizia dei cerchi. La pulizia del cerchio si inizia sempre dalla parte superiore. Se si dovesse procedere dal basso lavorando verso l’alto sporcizia e polvere dei freni scenderebbero andando ad intaccare la porzione appena lavata, rendendo così inutile l’operazione.

Se incontri delle difficoltà nel rimuovere la polvere dei freni, i depositi di ruggine o il catrame, puoi utilizzare l’argilla e procedere eseguendo una vera e propria decontaminazione. Attenzione però, è un passaggio che richiede una certa destrezza e manualità. Anche l’argilla, infatti, se male utilizzata può produrre segni alla superficie. Di seguito alcuni prodotti per il fai da te ed i relativi costi:

   

Asciugatura. Per un’asciugatura perfetta dei cerchi in lega l’unica soluzione possibile è procedere a mano, con l’ausilio di un panno pulito di microfibra. Altre opzioni sono sconsigliate poichè non garantiscono un risultato ottimale.

I cerchi devono essere completamente raffreddati prima di trattarli. Se l’auto è stata utilizzata in precedenza, anche se per poco, si deve dare ai cerchi il tempo di raffreddarsi prima di usare qualsiasi detergente. Si può adoperare un po’ d’acqua per accelerare il processo di raffreddamento, ma avranno comunque bisogno di qualche istante per raggiungere la temperatura dell’aria ed essere quindi pronti per essere puliti. Se possibile, lavare i cerchi all’ombra, evitando così che si formino aloni dovuti all’asciugatura dell’acqua alla luce diretta del sole.

Protezione nanotecnologica cerchi in lega

Abbiamo illustrato la fase di pulizia cerchi in lega perchè è fondamentale per poter poi procedere con il trattamento protettivo nanotecnologico.

Ma per proteggere i cerchi in lega, cosa si può utilizzare?

Cere e sigillanti sono un’ottima protezione dall’accumulo di polvere dei freni, dal catrame e dai contaminanti chimici o naturali. Inoltre aggiungono più profondità e lucentezza alle ruote. Hanno, però, una durata limitata nel tempo.

L’ideale quindi è eseguire un trattamento nanotecnologico, ma è consigliabile farlo fare ai professionisti in grado di:

  • utilizzare prodotti nanotecnologici non acquistabili sul mercato retail (siti di eCommerce e Grande Distribuzione);
  • utilizzare attrezzature e personale adeguatamente formato per questo tipo di trattamenti. E’ molto differente il risultato e la durata del trattamento nanotecnologico a seconda del metodo di applicazione e di essicazione del prodotto nanotecnologico.

Per saperne di più sul trattamento di protezione nanotecnologica cerchi in lega effettuato da Carrozzeria Inferno nelle sedi di Sondrio e Morbegno 

 

Se sei interessato al fai da te, ecco alcuni esempi di prodotti che è possibile applicare per il trattamento nanotecnologico cerchi in lega

     

 

Button Text

 

Back To Top